Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

25 giugno 2019, dieci anni senza Michael Jackson. Il "più famoso del pianeta" fu infamato e sempre assolto

Screenshot_20190625-073243_Chrome

La morte di un genio assoluto, dell'uomo vivente più famoso del pianeta. Questi furono i titoli dei media di tutto il mondo il Il 25 giugno 2009, quando mentre si trovava nella sua casa di Holmby Hills a Los Angeles, Jackson morì in seguito a un attacco cardiaco provocato da un'intossicazione da propofol, a meno di tre settimane dall'inizio dei suoi concerti a Londra. 

Il 29 agosto 2009, data in cui Michael Jackson avrebbe compiuto 51 anni, un gruppo di circa 14 mila fans si è radunato a Città del Messico per ballare la storica coreografia di Thriller, dando così vita al più grande flash mob della storia.

La morte di Jackson è stata definita "l'evento mediatico più grande di sempre" e molti siti internet andarono in crash sotto il peso delle continue ricerche riguardanti la morte dell'artista. La cerimonia funebre pubblica tenutasi il 7 luglio allo Staples Centervenne seguita da un'audience stimata tra i 2,5 e i 3 miliardi di persone in tutto il mondo, rendendola la trasmissione televisiva e l'evento in streaming-on line più visto della storia.

Il 3 settembre successivo venne organizzata una cerimonia funebre in forma privata al Forest Lawn Memorial Park di Glendale, il cimitero delle celebrità, dove il corpo di Jackson è stato sepolto.

Le vendite dei soli album superarono gli 8 milioni di copie negli Stati Uniti e gli oltre 30 nel resto del mondo, facendo di Jackson l'artista più venduto del 2009.

Il 28 ottobre la Sony pubblicò un film documentario contenente le riprese delle prove dei concerti previsti a Londra, Michael Jackson's This Is ItNonostante il numero limitato di due settimane (ma il termine venne prorogato in diversi Paesi data la straordinaria affluenza di pubblico), divenne la pellicola con il più alto incasso per un documentario o un film concerto, incassando oltre 261 milioni di dollari in tutto il mondo.

L'eredità di Jackson (circa 1 miliardo di dollari con 500 milioni di debiti) andò a sua madre Katherine, ai tre figli e a delle associazioni benefiche. Niente al padre, pare a causa dei dissensi tra i due.

Michael Joseph Jackson era nato a Gary  il 24 agosto 1958 ed è stato un cantautore, compositore, ballerino e produttore discografico statunitense.

Soprannominato The King of Pop (Il Re del Pop), è divenuto una figura eminente nella cultura popolare per 45 anni grazie al suo contributo nella musica, nella danza e nello spettacolo. È uno dei pochi artisti ad essere stato inserito per due volte nella Rock and Roll Hall of Fame, una come solista e una come membro dei The Jackson 5; è stato inoltre inserito nella Songwriters Hall of Fame e nella Dance Hall of Fame, unico ballerino proveniente dal mondo pop e rock. Jackson ha vinto centinaia di premi, che fanno di lui l'artista performativo più premiato nella storia della musica.[18] Tra questi figurano: 40 certificazioni nel Guinness dei primati, 15 Grammy Awards su 38 nomination (inclusi due Grammy alla carriera), 40 Billboard Awards, 26 American Music Awards, 16 World Music Awards e 14 singoli al numero uno negli Stati Uniti durante la sua carriera da solista, più di ogni altro artista maschile.

Jackson è riconosciuto come l'artista con il maggior successo commerciale di tutti i tempi dal Guinness dei primati. La vendita stimata di tutti i suoi album, dischi e singoli si aggira complessivamente intorno a un miliardo in tutto il mondo, il che lo rende l'artista che ha venduto di più nella storia della musica. Il suo album Thriller è in assoluto l'album più venduto al mondo, avendo superato i 100 milioni di copie certificati, di cui 33 milioni nei soli Stati Uniti, rendendolo il secondo album più venduto e più certificato nel Paese. I suoi altri progetti discografici, tra cui Off the Wall, Bad, Dangerous e HIStory sono anch'essi catalogati tra gli album più venduti nel mondo mentre Blood on the Dance Floor è catalogato come l'album di remix più venduto nel mondo.

Nel 1997 un sondaggio popolare lo ha decretato come "uomo più famoso del pianeta", mentre nel 2006 il Guinness lo ha dichiarato "indubbiamente il più famoso essere umano vivente". Nel 2000, il Guinness dei primati riconosce a Jackson il supporto di 39 diverse associazioni di beneficenza, più di qualunque altro intrattenitore.  Michael Jackson morì nel 2009 a soli 50 anni per infarto cardiacocausato da un'overdose dell'anesteticopropofol, somministrato, per alleviare l'insonnia dell'artista, dal suo medico personale in seguito condannato per omicidio colposo.

Jackson vanta anche alcuni record postumi: nel 2014 diventa l'unico artista nella storia a essere entrato nella Top 10 della Billboard Hot 100 in cinque decenni differenti, mentre nel 2016 diventa l'artista scomparso con i maggiori guadagni della storia, per aver guadagnato più di 825 milioni di dollari in un solo anno. Jackson ha fatto parlare di sé anche per la sua vita privata, inclusi il suo cambio di aspetto (da nero divenne bianco a causa della vitiligine, sottoponendosi anche ad alcune operazioni di chirurgia estetica), le sue relazioni personali e le accuse di pedofilia, nonché per le iniziative umanitarie come la creazione di un'associazione benefica per difendere i diritti dei bambini e i diritti degli animali.

Michael Jackson fu sottoposto a numerose accuse ed anche ad un lungo processo penale dal quale fu assolto. Nessun elemento di accusa resse in giudizio contro di lui, mentre ad essere condannati furono spesso i suoi accusatori.

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

"Sono a rischio i diritti". Sciopero dei dipendent...
Genitori disabili, SC: “Legittima l’adozione del l...