Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

"Dopo il diploma aspetto la libertà". Quei professori di frontiera del carcere di Bicocca

Screenshot_20190620-073637_Chrome

 "Suona la campanella e iniziano le lezioni, fino all'ultimo giorno di scuola, fino agli esami. Ogni mattina, in aula sui banchi studenti, che sono detenuti, e in cattedra professori, che arrivano dall'istituto alberghiero. Per anni varcano la soglia delle classi, lasciandosi il mondo esterno alle spalle, e osservano gli studenti crescere. "Il mio impegno di professore raggiunge il valore più alto quando fornisco ai miei studenti, non le nozioni, ma conoscenza e strumenti basilari che gli consentano in futuro di trarre soddisfazione da un lavoro onesto", racconta Giuseppe Messina, associato alla Federazione Italiana Cuochi, per anni ha insegnato nelle classi della Bicocca.

Un articolo di Giulia Mancini, su La Repubblica, racconta oggi degli straordinari professori di frontiera all'istituto di pena di alta sicurezza è associato al Karol Wojtyla di Catania, che sotto la guida della preside Daniela Di Piazza - che presiede anche agli insegnamenti dell'istituto alberghiero con indirizzo enogastronomia - insegnano ai giovani detenuti ad imparare un'arte.

"Insegnavo in cucina, dove i pericoli erano potenzialmente a portata di mano eppure non mi sono mai sentito a rischio: si instaurava con gli studenti un rapporto di fiducia", nonostante l'indennità di servizio a rischio, riconosciuta per il lavoro, sia risibile. Della stessa opinione il coordinatore delle classi interne all'istituto di detenzione, il professor Mammano, che insegna Lettere: "Non si è mai verificato il benché minimo presupposto perché si verificasse una situazione di pericolo, gli studenti riconoscono il valore del lavoro di comunità e lo rispettano."

Leggi l'articolo con un clic

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

Condono edilizio, SC: “ I limiti legali non posson...
Contratto per persona da nominare, la nomina: tra ...