Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

"Il Governo ritira proposta Pillon". Annuncio della Presidenza del Consiglio: "Quel testo è archiviato"

Screenshot_20190401-142734_Chrome

 «Il provvedimento Pillon è chiuso. Quel testo non arriverà mai in aula, è archiviato. Adesso bisogna scrivere un nuovo testo, che probabilmente prenderà anche qualcosa di buono, ma molto poco, per andare incontro ai temi del diritto di famiglia, ma non come aveva pensato Pillon. Sono state fatte le audizioni in Commissione Giustizia, adesso c'è un nuovo tavolo Lega-M5S al quale sono invitate anche le opposizioni».

Quel ddl è, insomma, ritirato, e non si tratta certo di una indiscrezione o di una voce di corridoio ma dell'autorevole rivelazione del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Vincenzo Spadafora (M5S) stamattina a Omnibus. 

Il ddl Pillon, che prende il nome dal suo estensore, Il deputato leghista noto per le sue posizioni ultra conservatrici, era stato criticato da più parti, alcune delle quali formate da giuristi e addetti ai lavori. In particolare,  le critiche erano state indirizzate alla parte del disegno di legge che rimetteva in discussione il criterio dell'«affido condiviso» sostituendolo con quello paritario, alla cui sttegua i figli dovrebbero passare lo stesso tempo con padre e madre e possedere il doppio domicilio. Paritario, nella sistematica del ddl adesso, a quanto pare, abbandonato, anche il mantenimento dei minori.

In ultimo, bisogna dare atto che in questi minuti alcuni parlamentari della Lega fanno sapere di non essere a conoscenza di alcun accordo in sede politica che abbia potuto portare al ritiro del ddl Pillon. Per quanto la dichiarazione del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio sia diretta espressione di Palazzo Chigi, in quanto tale attribuibile direttamente al premier, si fa notare che alcuni dei punti contenuti nella proposta sono inclusi nel contratto di governo e che, in ogni caso, il ritiro del provvedimento non sarebbe stato autorizzato dai vertici della Lega. Seguiremo naturalmente l'evolversi di una situazione che, a questo punto, sembra l'ultima puntata di uno scontro tra i due partners al governo del paese.

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

Rosa Maria e Lorella, unione civile in Marina, il ...
Dodici operai rilevano la fabbrica con il proprio ...