Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

L'ombra della Colpa - Ero un penalista ma poi ho compreso l'importanza del civile

Screenshot_20181215-232614_Chrome

Sto finendo la comparsa. Meno male. Il civile mi piace. Quando ho cominciato la pratica, ne ho fatto poco o quasi nulla. Ero tutto per il penale. I processi mi danzavano in testa anche di notte. Mi godevo l'adrenalina dell'aula, la sua ansia quotidiana. Stare a tavolino a sudare sul civile mi sembrava noioso. Anni dopo ho imparato quanto sia importante montare e smontare i meccanismi sottili del possesso e del comodato per imparare a difendere meglio le persone da un'accusa di violenza sessuale.

 Oggi tratto il civile con la stessa ignoranza di quando ho iniziato questa professione trapuntata di oro zecchino e spine sottopelle.

Avverto talvolta il brivido di avere isolato al microscopio una norma sconosciuta, che mi spalanca orizzonti impensati.Suonano alla porta. Il postino. Mi consegna una busta verde della Prefettura. La apro. Il rigetto di un mio ricorso contro una multa che mi avevano contestato personalmente. Non solo il Prefetto usa argomentazioni banali per sostenere che i miei motivi sono inaccoglibili, ma raddoppia la multa inflittami, come da codice: se perdi il ricorso, vieni condannato al doppio del minimo.

 Smadonno e leggo più di una volta l' abnorme ordinanza. Mi accorgo che l'articolo presuntamente da me violato non è quello indicato nel ricorso e nel verbale originari. Hanno sbagliato anche quello. Sono contento come lo può essere chi si è beccato un verbale da 800 e fischia euro appena ha aperto gli occhi al giorno nuovo che avanza.

Se non altro so che questo provvedimento è pura carta da parati, anzi carta con cui nettarsi il deretano. Annoto la scadenza del termine del ricorso. Lo ripongo vicino alle rotelle della sedia su cui sto seduto tutto il giorno. Ciò che ha una minima importanza, o una scadenza naturale prossima, me lo metto vicino. Spero che la prossimità fisica trametta impulsi capaci di non farmi dimenticare le date entro cui debba scriverne. Idee da rincoglionito.

Quando mi ributto sulla comparsa per infliggerle il tocco finale, suona di nuovo il telefono. Il cellulare.

Il numero della Procura.

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

"Noi non siamo una lobby, lei sbaglia". Da un avvo...
Bon nuit - Umorismo (non solo) forense

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli