Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

ISEE 2020 PRECOMPILATO: sara' online da Gennaio 2020

comm4

Il Decreto del Ministero del lavoro, datato 9 agosto 2019 e pubblicato il 4 ottobre in Gazzetta Ufficiale, fornisce le istruzioni per utilizzare la DSU online, Dichiarazione Sostitutiva Unica, e specifica i dati che devono essere auto-dichiarati.

Ad introdurlo nel sistema è il Decreto Legge numero 4 del 2019, che regola Reddito di Cittadinanza e Quota 100. L'innovazione del modello ISEE precompilato, l'indicatore della situazione economica equivalente che serve per valutare la situazione economica delle famiglie stesse, introduce una DSU online pronta all'uso, ma comunque da integrare. Nasce sulla falsa riga del modello 730 precompilato e rappresenta un ulteriore passo avanti nel processo di digitalizzazione.

La richiesta dell'ISEE è fondamentale per ottenere prestazioni sociali agevolate riguardo alle rette degli asili, alle tasse universitarie e anche per il Reddito di cittadinanza.

Ecco quanto si legge nel testo del Decreto del Ministero del Lavoro del 9 agosto 2019: "In via sperimentale, la DSU precompilata è resa accessibile ai nuclei familiari che nel triennio 2016-2018 abbiano presentato una DSU all'INPS, in via telematica, direttamente a cura del richiedente, ai sensi dell'art. 10, comma 6, del regolamento ISEE".

Per accedere alla DSU, elaborata preventivamente dal sistema, è necessario fornire elementi di riscontro riferiti agli altri componenti maggiorenni del nucleo familiare e utilizzare una delle tre tipologie di credenziali previste:

  • INPS;
  • Fisconline dell'Agenzia delle Entrate;
  • SPID, identità digitale, di livello 2 o superiore.

Resta un elenco di informazioni che i cittadini devono inserire.

È necessaria l'autodichiarazione per i seguenti dati:

  • la composizione del nucleo familiare e le informazioni necessarie ai fini della determinazione del valore della scala di equivalenza;
  • l'indicazione di eventuali soggetti rilevanti ai fini del calcolo delle componenti aggiuntive dell'ISEE;
  • la eventuale condizione di disabilità e non autosufficienza dei componenti del nucleo;
  • l'identificazione dell'abitazione del nucleo familiare;
  • il reddito complessivo limitatamente ai casi di esonero dalla presentazione della dichiarazione ed assenza di certificazione unica trasmessa dai sostituti di imposta ovvero di sospensione degli adempimenti tributari a causa di eventi eccezionali;
  • alcune specifiche componenti reddituali;
  • l'importo degli assegni periodici corrisposti al coniuge e ai figli;
  • l'ammontare dell'eventuale debito residuo per mutui contratti per l'acquisto di immobili;
  • le componenti del patrimonio immobiliare del regolamento ISEE;
  • le componenti del patrimonio mobiliare;
  • le donazioni di cespiti;
  • gli autoveicoli, ovvero i motoveicoli di cilindrata di 500 cc e superiore, nonché le navi e imbarcazioni da diporto.
Nome File: Gazzetta_ufficiale_4_ottobre_2019
Dimensione File: 4.3 mb
Scarica File

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

Vendita opere d’arte: impresa o attività amatorial...
Ex conviventi, SC: “Vanno restituire le somme pres...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli