Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

Modifica "Rottamazione Bis": scegli tu cosa pagare con il servizio "ContiTu"

GEN5-2

 L'Agenzia delle entrate-Riscossione, con comunicato stampa del 7 luglio 2018, ha informato che è disponibile il servizio telematico "ContiTu", che consente al contribuente di richiedere copia della comunicazione inviata risposta alla richiesta di definizione agevolata e decidere, con pochi click, quali debiti si vogliono effettivamente pagare. Ad esempio, chi ha chiesto la rottamazione per 10 cartelle, ma si rende conto che potrà riuscire a pagarne soltanto 2, può scegliere i debiti che intende rottamare e la piattaforma digitale fornirà un nuovo totale e i relativi bollettini RAV indispensabili per poter saldare i debiti prescelti. Prerogativa assoluta a tale procedura è l'avvenuto accoglimento della domanda di adesione alla Definizione agevolata inviata entro il 15 Maggio 2018.

Entro la scadenza della prima rata (31 luglio 2018 per i carichi affidati nel 2017 e 31 ottobre 2018 per i carichi affidati dal 2000 al 2016), il contribuente può scegliere dunque il pagamento parziale di alcuni debiti (cartelle/avvisi) compresi nella "Comunicazione delle somme dovute". Con tale comunicazione inviata, l'Agenzia delle entrate-Riscossione ha informato sull'accoglimento o l'eventuale rigetto della adesione alla definizione agevolata, così come su possibili debiti che non possono rientrare nella definizione agevolata, sugli importi da pagare e sulle scadenze entro cui effettuare il pagamento. La comunicazione è stata già inviata agli interessati, lo scorso 30 Giugno, in base alla modalità scelta nella domanda di adesione, ma ora è possibile ottenerla anche online nell'area riservata del portale, oppure richiederne una copia, senza necessità di pin e password, compilando il campo "Richiesta comunicazione" presente nella sezione del sito dedicata alla Definizione agevolata presente sul sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it.

Specificando le cartelle/avvisi che si intendono pagare, il servizio calcolerà l'importo di ciascuna rata e anche il totale.

Dopo aver confermato la scelta, Agenzia delle entrate-Riscossione invierà all'indirizzo email indicato dal contribuente i nuovi bollettini RAV con cui sarà possibile effettuare il pagamento entro le scadenze previste. Per i restanti debiti riportati nella "Comunicazione", la Definizione agevolata non produrrà effetti e l'Agente della riscossione dovrà riprendere - come prevede la legge - le azioni di recupero. Le cartelle e gli avvisi per i quali il contribuente sceglie di non aderire alla definizione agevolata non pagando le rate previste, fatte salve le eccezioni previste dalla legge, non potranno essere rateizzati.

Il servizio consente, inoltre, di segnalare le difformità/differenze rilevate tra i dati delle cartelle/avvisi riportati nella Comunicazione delle somme dovute inviata dalla Riscossione e quelli indicati dal contribuente nella dichiarazione di adesione alla Definizione agevolata. Nello specifico, i casi di difformità individuati dall'Agenzia riguardano le ipotesi in cui il contribuente:

  • non riscontri la presenza di tutte le cartelle o di tutti gli avvisi che aveva indicato nella dichiarazione di adesione: in tali ipotesi per non perdere i benefici della Definizione agevolata, occorre pagare comunque gli importi dovuti delle cartelle/avvisi contenuti nella comunicazione entro il termine di scadenza del 31 luglio e segnalare le sole cartelle/avvisi mancanti;
  • non riscontri la presenza di cartelle o di avvisi che non aveva indicato nella dichiarazione di adesione: anche in questo caso, per non perdere i benefici della Definizione agevolata si deve pagare comunque gli importi dovuti per le cartelle/avvisi indicate nella dichiarazione di adesione entro il termine di scadenza del 31 luglio e segnalare le sole cartelle/avvisi non indicati;
  • riscontri una soluzione rateale differente rispetto a quella indicata nella dichiarazione di adesione: per non perdere i benefici della Definizione agevolata, occorre segnalare entro il termine di scadenza del 31 luglio il piano di rateizzazione che aveva indicato.
pdf
Nome File: CS_ContiTU_07072018
Dimensione File: 221 kb
Scarica File
Nome File: Guida_Navigazione_ContiTu_DEF
Dimensione File: 1.2 mb
Scarica File

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

CARCERI Quando il lavoro tra le sbarre cambia i...
La mediazione familiare ed il reato di maltrattam...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli