Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

Processo tributario telematico, ecco la Circolare del 4 luglio su notifiche e depositi

Screenshot_20190705-081619_Chrome

Pubblica la circolare n. 1/DF del 4 luglio 2019 sul processo tributario telematico obbligatorio. La circolare, della quale riportiamo quasi interamente  l'introduzione e che alleghiamo in file pdf, è estremamente importante per tutti gli avvocati che si occupano di diritto tributario e di contenzioso tributario in modo particolare in quanto si sofferma, chiarendo né le modalità operative  sull'esecuzione delle notifiche e del deposito telematico degli atti processuali e dei documenti alla luce della riforma  del 2018 con cui il rito tributario e stato digitalizzato. 

"Nel 2011 sono state poste le premesse normative per una progressiva digitalizzazione del processo tributario. In particolare, l'articolo 39, comma 8, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, ha introdotto specifiche disposizioni per una completa informatizzazione del processo tributario telematico (PTT), anche in attuazione dei principi previsti dal codice dell'amministrazione digitale, con l'obiettivo di conseguire maggiore efficienza, celerità nella definizione dei giudizi e risparmi gestionali per gli operatori del settore. L'attuazione di tale obiettivo è stata affidata all'adozione di un Regolamento ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, che è stato poi emanato nel 2013 con il D.M. 23 dicembre 2013, n. 163.

Il predetto Regolamento rinviava la concreta attuazione della digitalizzazione delle varie fasi del processo ai decreti attuativi di adozione delle regole tecniche. Quest'ultime sono state definite con il decreto del Direttore Generale delle finanze del 4 agosto 2015, con la specifica dei formati gestiti, della tipologia di firma digitale ammessa e della procedura da seguire per la registrazione al PTT e per il deposito degli atti e documenti.In seguito, il processo telematico è stato gradualmente esteso sul territorio nazionale, in base all'adozione di appositi decreti direttoriali e, dal 15 luglio 2017, è divenuto operativo in tutte le commissioni tributarie provinciali e regionali.

Occorre poi precisare che, ad oggi, le fasi processuali interamente telematizzate sono quelle della notifica, della costituzione in giudizio e del deposito degli atti processuali, oltre che della consultazione del fascicolo processuale. Restano da digitalizzare i provvedimenti adottati dal giudice tributario e il verbale d'udienza. Si tratta di atti formati in originale analogico che sono scansionati e firmati digitalmente dal personale dell'Ufficio di segreteria delle CCTT per poi essere inseriti fascicolo informatico".

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

Intercettazioni, lascia anche il Pg Fuzio, Anm gli...
Domanda di addebito tempestiva anche se introdotta...