Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

L'ombra della Colpa - Un colloquio in carcere

Screenshot_20181215-232614_Chrome

 Ci sediamo nella sala dei colloqui. Da fuori entrano le voci dei detenuti che giocano a pallone nel campo interno al carcere.

-Che cosa vuol fare ?

Le chiedo a bruciapelo, stupendomi per il mio fare così diretto.

-Glielo devo dire io ? Non mi faccia pentire di averla scelta.

-Se ci avvaliamo, perdiamo subito la possibilità di andare ai domiciliari. Lo sa meglio di me, Dottoressa.

-Non mi importa di andare a casa. Voglio che venga chiarito questo schifo. Ci sono stati momenti della vita in cui ho creduto che mio nipote fosse mio figlio. Questa cosa gli avrà procurato un dolore tremendo, anche se ha solo nove anni. Mio fratello vorrebbe questo.

-Suo fratello ?

-E' morto quando Tomaso aveva tre anni. Gli è rimasta una madre folle, che umiliava il marito e ci godeva pure, e sua zia, io. Secondo lei può importarmi molto tornare a casa ? A me interessa soltanto salvare mio nipote da questo.

-Devo salvare lei per prima.

-Bene. Faccia il suo lavoro. Io non risponderò. Voglio capire quali prove ci sono in questo procedimento. Dopo l'interrogatorio, faccia subito un riesame, tanto per leggere gli atti. Poi ci rivediamo qui.

 Non mi lascia neanche il tempo di replicare. Si è già alzata. L'interrogatorio dura dieci minuti netti. Il Gip è un uomo anziano che non la guarda nemmeno in faccia.

Ho il tempo di stringerle la mano e vederla andare via, vestita di quella camicia leggera e della sua dignità.

 Devo uscire da questo carcere. Vorrei anche andarmene da questa vita fatta sempre e soltanto di dolori, gente che non paga, e giornate di perenne bassa pressione sentimentale. Tutto il lavoro di indagine difensiva è soltanto rinviato al momento in cui riusciremo a vedere gli atti con il riesame. Mi aspettano giornate dense come la maionese.

Speriamo non impazzisca.

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

Il dedotto e il deducibile nei gravami cautelari
Bon nuit - Umorismo (non solo) forense

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli