Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

Riforma processo: ministro, avvocati e magistrati insieme la vigilia di San Valentino, ecco la nota

Screenshot_20190215-071255_Google

Il disgelo pare definitivamente avviato, nella sede storica di via Arenula, Ministero di giustizia, si sono incontrati il ministro ed i rappresentanti del Consiglio Nazionale Forense, dell'Organismo Congressuale Forense e dell'Associazione Nazionale Magistrati. Ecco il comunicato ufficiale:

"Presso il Ministero della Giustizia si è tenuto oggi un incontro sul tema della riforma del processo civile, presenti fra gli altri, oltre al Ministro Alfonso Bonafede, i rappresentanti del Consiglio Nazionale Forense, dell'Organismo Congressuale Forense e dell'Associazione Nazionale Magistrati.

Il Ministro Bonafede ha confermato la volontà del Governo di procedere con una legge delega che possa favorire la flessibilità del procedimento razionalizzandone attività e tempi, fatta salva la natura del processo come processo di parti. Seguiranno altri incontri aventi lo scopo di raccogliere le osservazioni e le proposte di avvocati e magistrati.

Secondo il Presidente del Consiglio Nazionale Forense, Andrea Mascherin: "E' condivisibile l'obiettivo del Ministro di trovare soluzioni utili a un processo civile il più razionale possibile, da questo punto di vista l'incontro è stato caratterizzato da uno scambio di idee tra i presenti molto proficuo, e da un atteggiamento di ascolto attento da parte del Ministro". "Come CNF- prosegue Mascherin- confidiamo di poter raggiungere una soluzione condivisa che assecondi le esigenze e le prerogative di un processo al servizio dei cittadini, soluzione che non può essere disgiunta da importanti investimenti in organici e strutture, come peraltro ritenuto dallo stesso Ministro".

(Consiglio Nazionale Forense, comunicato 13 febbraio 2019)

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

Daspo, Tar Lazio: non è giustificato se il tifoso ...
Il segreto professionale, la via più semplice da i...