Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

Detenute e malate, donne che aiutano donne, a San Vittore si sperimenta solidarietà e si aiuta la ricerca

Screenshot_20190609-085259_Facebook

L'iniziativa ha un titolo che parla di speranza, "La vita sotto il Turbante". A sposarla, con il patrocinio della Camera penale di Milano e del Comune ambrosiano, l'associazione Go5-per mano con le donne, una onlus che si spende per le pazienti del reparto di Ginecologia Oncologica dell'Istituto dei Tumori di Milano, e la Cooperativa Alice per Sartoria SanVittore. Il turbante, quello lo conosciamo. E il tradizionale capo di abbigliamento utilizzato in tantissimi paesi del mondo, orientali ma anche occidentali, ma che grazie a questa iniziativa è stato trasformato in un copricapo fashion e sarà utilizzato dalle donne malate di gravi patologie oncologiche, nel segno di una alleanza tra donne malate e donne detenute.

Il capo è stato elaborato da una stilista, Rosita Onofri, Ma i turbanti saranno confezionati Dalle detenute. Un modo per lavorare, per aiutare i propri familiari pur stando lontane da casa, un modo per raccogliere fondi per la ricerca sulla diagnosi precoce di alcune forme di neoplasia, un modo per esprimere solidarietà, anche se da dietro le sbarre, ad altre donne, che hanno problemi ancora maggiori, rispetto ai quali il carcere non è né può apparire il peggiore dei mali.  Soprattutto quando viene vissuto così, all'insegna dei valori della vita. Il nostro plauso. 

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

Terreni e partecipazioni: tempo di rivalutazione
"Caro Davigo, sono un avvocato, uno di quelli che ...