Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Dimensione carattere: +

Cassa forense e il bando per l'accesso al credito per avvocati under 35: richieste sino al 30 ottobre

banca-promotore

Bando accesso al credito avvocati under 35

Un altro bando a sostegno dell'avvocatura è stato indetto da Cassa Forense. Questa volta l'iniziativa interessa i giovani avvocati.

In buona sostanza, il bando, reperibile su http://www.cassaforense.it/media/8824/bando-prestiti-under-35.pdf, concerne le agevolazioni di accesso al credito in favore degli avvocati under 35. Sono agevolazioni che mai sono state più calzanti come in questo momento storico di ripresa dall'arresto delle attività dovuto all'emergenza Covid 19.

Vediamo di cosa si tratta.

Requisiti di partecipazione

Per presentare la domanda di partecipazione al bando, è necessario:

  • essere iscritti alla Cassa forense;
  • essere in regola con le comunicazioni reddituali;
  • non aver superato il 35° anno di età alla data di pubblicazione del bando;
  • «aver dichiarato, nell'ultimo Modello 5, un reddito netto professionale non superiore ad € 40.000,00»;
  • non aver beneficiato di agevolazioni previste per i medesimi bandi indetti negli anni 2017, 2018 e 2019.  

Il contributo e il prestito

Il contributo di Cassa forense riguarda gli interessi passivi del prestito che verrà concesso dalla Banca Popolare di Sondrio. Tale contributo è previsto esclusivamente in regime di iscrizione a Cassa Forense. Ne consegue che, qualora per qualsiasi ragione, intervenga la cancellazione dall'Albo, il contributo verrà meno e «il professionista dovrà provvedere al pagamento integrale degli interessi derivanti dal prestito ottenuto a decorrere dalla rata successiva alla mensilità in cui è stata adottata la delibera di cancellazione dall'Albo, anche con eventuale rimborso degli interessi versati dalla Cassa e non dovuti, oppure all'immediato rimborso del credito residuo».

Il prestito potrà essere concesso:

  • agli iscritti alla Cassa con i suddetti requisiti e nella garanzia fideiussoria limitatamente ai professionisti con reddito netto professionale dichiarato nell'ultimo Modello 5 inferiore ad € 10.000,00;
  • a un tasso nominale annuo fisso pari all'IRS (Interest Rate Swap), maggiorato di uno spread pari al 3,50%;
  • per un importo compreso tra € 5.000,00 ed € 15.000,00;
  • con una durata di 12, 24, 36, 48 o 60 mesi;
  • con spese di istruttoria una tantum pari ad € 35,00 a carico del richiedente;
  • senza spesa per l'incasso della rata mensile;
  • con possibilità di estinzione anticipata in qualsiasi momento senza l'applicazione di alcuna penale.

«Per l'attuazione di quanto stabilito nel [...] bando è stato previsto uno stanziamento annuo da parte della Cassa, pari, per l'anno 2020, ad € 1.000.000,00 per il pagamento degli interessi passivi relativi all'intera durata del prestito e di € 2.500.000,00 per la garanzia fideiussoria».

La richiesta

La richiesta del prestito in questione:

  • va inviata alla Cassa Forense entro il 30 ottobre 2020, esclusivamente attraverso la procedura online presente sul sito internet www.cassaforense.it;
  • va corredata di un'autocertificazione attestante i requisiti innanzi descritti.

«La stipula del contratto, che è in modalità paper less, avverrà con firma digitale fornita gratuitamente da Banca Popolare di Sondrio. Cassa Forense, comunque, si riserva di verificare, anche a posteriori, la veridicità delle dichiarazioni presentate. Le richieste verranno evase in ordine di data di presentazione della domanda e fino ad esaurimento dei fondi stanziati per ciascun anno solare. I richiedenti ammessi all'iniziativa dovranno sottoscrivere, a pena di decadenza, il relativo contratto di prestito con Banca Popolare di Sondrio entro i 60 giorni successivi alla comunicazione di ammissione al beneficio di cui al presente bando».

 

Tutti gli articoli pubblicati in questo portale possono essere riprodotti, in tutto o in parte, solo a condizione che sia indicata la fonte e sia, in ogni caso, riprodotto il link dell'articolo.

Anna Freud, i sogni dei bambini
Cinema Forense - Siamo tutti assassini

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli