Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Covid-19: mascherine sì, mascherine no

Sigmund Freud: "Introduzione alla psicoanalisi"

Pugno duro del C.N.F. contro gli “sciacalli” del coronavirus

Wilhelm Wundt: "Psicologia, scienza dell'anima o dell'esperienza?"

Emergenza Covid, permessi 104: si aggiungono 12 giorni di permesso tra marzo e aprile

Inquadramento normativo: Decreto Cura Italia, messaggio INPS n. 1281 del 20 marzo 2020, circolare Inps n. 45 del 25 marzo 2020 Estensione dei giorni di permesso 104: è una misura intr odotta dall'arti...

Contrasto al contagio Coronavirus: per la ricetta medica basta un numero

Diverse sono le misure messe in atto al fine di limitare gli spostamenti e ridurre la diffusione del virus Covid-19 , anche in ambito sanitario. Con l'ordinanza n. n. 651 del 19 marzo 2020 da parte de...

Carl Jung, arte e psicanalisi

Madri, figli e la depressione post partum. Una su mille rischia di non farcela, come resistere

Coronavirus: le misure per i disabili e le loro famiglie

Il 17 marzo 2020 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legge n. 18 , recante Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e i...

Wihelm Wund, il padre della psicologia moderna: invito agli amatori della filosofia

 Wilhelm Maximilian Wundt (Mannheim, 16 agosto 1832Lipsia, 31 agosto 1920) è stato uno psicologo, fisiologo e filosofo tedesco. È divenuto per la storia della psicologia "il padre fondatore" della disciplina (Blumenthal, 1879), grazie al suo contributo teorico e sperimentale.

Wilhelm Wundt nacque a Mannheim, quarto figlio di un pastore protestante.

Nel 1856 Wundt ottenne il titolo di dottore in medicina presso l'università di Heidelberg. Successivamente approfondì gli studi di fisiologia lavorando a fianco di Johannes Peter Müller ed Hermann von Helmholtz, che all'epoca stavano conducendo le prime pioneristiche ricerche sperimentali sulla fisiologia degli organi di senso.

Partendo da questi studi di psicofisiologia, Wundt iniziò a interessarsi sempre di più a problematiche prettamente psicologiche, sviluppando l'idea di poter costruire una vera e propria psicologia sperimentale che si ponesse l'obiettivo di indagare la vita psichica per mezzo di esperimenti costruiti sulla falsariga di quelli psicofisici. Per questo motivo, nel 1874 Wundt scrisse i Principi di psicologia fisiologica, che raccoglievano in forma organica i risultati principali raggiunti dalla psicofisiologia ottocentesca, così da preparare la strada per l'avvento di una nuova scienza, la psicologia fisiologica.

Grazie al successo ottenuto dai Principi di psicologia fisiologica, nel 1875 Wundt venne chiamato alla cattedra di filosofia induttiva di Zurigo prima, e di Lipsia subito dopo. Presso l'Università di Lipsia nel 1879 Wundt fondò il primo laboratorio di psicologia sperimentale e questa data è spesso considerata come la data di inizio della moderna psicologia. Il laboratorio divenne rapidamente un modello da imitare, oltre che un centro di ricerca dove accorrevano giovani studiosi da tutta Europa per imparare le basi della nuova psicologia sperimentale. Tra gli studenti che ottennero il dottorato sotto la guida di Wundt si contano importanti psicologi, tanto tedeschi (come Oswald Külpe, Emil Kraepelin, Hugo Münsterberg) quanto statunitensi (James McKeen Cattell, Granville Stanley Hall, Edward Titchener). Per avere un luogo in cui pubblicare i lavori degli studenti che operavano presso il laboratorio, nel 1881 Wundt decise di fondare la rivista Philosophische Studien.

Come essere veramente felici: le "ricette" di Sigmund Freud ed Erich Fromm sono a portata di tutti noi

Emergenza Coronavirus: i provvedimenti per potenziare il sistema sanitario

Con il decreto legge n. 14 del 9 marzo 2020 , ritenuta la competenza esclusiva dello Stato in materia di profilassi internazionale, il Governo ha emanato una serie di disposizioni urgenti per il ...

Ritardata diagnosi, Cassazione: ha rilievo penale anche se non c’è un aggravamento della lesione

Con la pronuncia n. 5315 dello scorso 10 febbraio, la IV sezione civile della Corte di Cassazione – chiamata a pronunciarsi su un caso di colpa medica legato al ritardo diagnostico di una lesione frat...

Jean Piaget: la psicologia del bambino

Ossessioni e compulsioni: quando il cuore è un martello pneumatico

Ritardata diagnosi: occorre verificare se la salute del paziente sia peggiorata col decorso del tempo

Con l'ordinanza n. 4245 dello scorso 9 febbraio, la III sezione civile della Corte di Cassazione, chiamata a pronunciarsi su un caso di colpa medica legato al ritardo diagnostico di una patologia , ri...

"Che tipo di genitore sono?" Viaggio intorno al rapporto con i nostri figli

Kurt Lewin: i conflitti sociali, una spiegazione psicoanalitica

Caso Cappato: quando l’aiuto al suicidio non è reato

Con la sentenza n. 8 depositata lo scorso 30 gennaio, la Corte d'Assise di Milano ha assolto Marco Cappato dall'imputazione per i reati di istigazione e agevolazione al suicidio contestategli per la m...

Gordon Allport: "Cos'è il pregiudizio? Pensar male del prossimo senza ragione"