Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Il problema dei crediti in ...sofferenza

Tassazione dividendi...rebus 2018

SC: Diritto al riconoscimento delle ritenuta anche senza certificazione del sostituto.

Azioni esecutive contro gli enti in dissesto: rileva la data dei fatti da cui origina il credito

 Con la sentenza n. 1245/2018 la Sezione Prima del T.A.R. Sicilia – Catania ha analiticamente illustrato la normativa di settore, ripercorrendo la sua interpretazione giurisprudenziale formatasi negli ultimi anni, superandola, e giungendo alla conclusione per cui è ammissibile il giudizio di ottemperanza contro gli enti in stato di dissesto soltanto: a) in relazione a provvedimenti giurisdizionali afferenti a fatti di gestione accaduti dopo il 31 dicembre dell'ultimo esercizio in cui fu approvato il bilancio dell'ente poi dichiarato in dissesto; b) in relazione a provvedimenti giurisdizionali rispetto ai quali non si dia luogo ad azioni esecutive "pure".

I fatti di causa: la Ditta ricorrente ha introdotto un giudizio di ottemperanza contro il Comune debitore di una somma di denaro dovuta per l'esecuzione di lavori edili, come accertato con sentenza del 2017, notificata con formula esecutiva e passata in giudicato nel medesimo anno.

La stessa Ditta ha evidenziato in ricorso che non rileva, nel caso di specie, che l'ente debitore sia stato dichiarato in stato di dissesto finanziario, poiché ciò era accaduto tramite deliberazione del Consiglio del 2014, ovverosia in data antecedente alla formazione del titolo esecutivo, invocando a tale riguardo la favorevole interpretazione del Consiglio di Stato secondo la quale "i crediti derivanti da sentenze passate in giudicato in epoca successiva alla dichiarazione di dissesto dell'ente locale non entrano nella massa passiva della procedura di liquidazione straordinaria anche se il fatto genetico dell'obbligazione è anteriore alla dichiarazione, ma seguono le ordinarie procedure di liquidazione dei debiti dell'ente locale" (Consiglio di Stato, n. 3232/2013).

Il Comune debitore non si è costituito in giudizio; il ricorso è stato dichiarato inammissibile per i seguenti motivi.

Liquidità a costo (quasi) zero: come i soci possono finanziare una srl

SC, illegittimi interessi su sanzioni da rateizzazione con Equitalia. Possibile ottenerne il rimborso?

Processo tributario, SC: “Le presunzioni semplici sono prove complete, il giudicato penale è elemento di prova”

Bilanci, ultima chiamata

Notifica a familiare convivente: Raccomandata informativa necessaria.

Omessa valutazione di memorie da parte dell’Agenzia, SC: “L’atto di accertamento è nullo”.

Con la recentissima pronuncia n. 17210 depositata lo scorso 2 luglio, la sesta sezione civile della Corte di Cassazione, ha comminato la sanzione della nullità per l'atto di accertamento emesso senza ...

Omessa impugnazione di un accertamento fiscale, SC: “Consulente non responsabile, se non ha ricevuto un incarico specifico”

Processo tributario, SC: “Si possono produrre per la prima volta in appello documenti già in possesso della parte”

Con la pronuncia n. 17164 depositata lo scorso 28 giugno, la sezione tributaria della Corte di Cassazione, occupandosi degli aspetti processuali del processo tributario, ha statuito l'importante princ...

Trasparenza ma ...non troppa

SC: presunzioni qualificate per accertare utilizzatore di fatture per operazioni inesistenti se contabilità è corretta

Accertamento a tavolino: nessuna violazione del contraddittorio endoprocedimentale per la società invitata a produrre documentazione

Con la pronuncia n. 26641 dello scorso 25 giugno in tema di accertamento c.d. a tavolino , la sezione tributaria della Corte di Cassazione ha precisato che tale accertamento ricorre anche nel caso in ...

Spesa per partecipazioni a mostre e fiere, SC: “E’ pubblicità e va imputata integralmente all’esercizio di sostentamento”

Con la pronuncia n. 16223 dello scorso 20 giugno in tema di costi sostenuti da una società di capitale per la partecipazione a mostre e a fiere , la sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha pre...

I nuovi controlli per le s.r.l.

Reati fallimentari, quando mancato deposito scritture è assorbito da bancarotta