Se questo sito ti piace, puoi dircelo così

Il richiamo di Gherardo Colombo: "Non condivido intervento su prescrizione, processo non deve eccedere termini ragionevoli".

Se assumiamo un incarico, non possiamo svolgerlo all'osso, ne va del nostro culo, ma perderemmo anche la faccia

"Miei cari Matteo e Gigi, non uccidete il diritto e ascoltate Giovanni Canzio, e tu che delusione Giulia, dall'atomica alla ragion di partito..."

"Mi chiamavano Il Turbo, e la Bongiorno si sbaglia". Il ministro dallo psicanalista, dialogo semiserio

Cartesegna, storia dell'Avvogrifone dalla uova d'oro. Pezzini: "Quante pernacchie da Cassa Forense a noi avvocati comuni!"

"Quel morbo chiamato omologazione, ed anche gli avvocati...". Pezzini: "Cominciamo dai 'miti' Bernardini e Bongiorno..."

"Altro che Terronia, canto quei luoghi tra cielo e mare che amo come i siciliani, e ad Ortigia conobbi Ettore Randazzo". Alberto Pezzini: "Del Sud i miei migliori amici"

"Non sono gli abogados i nostri nemici, ma un mortificante sistema che ti induce a cacciare soldi su soldi"

"Valori, altro che oltraggio, sei mio fratello!". Alberto Pezzini: "È ora di dire basta o saremo avvocati da presepe napoletano"

"Colleghi che ci impugnate le liquidazioni con condotte malandrine, fate una cosa, per cortesia..."

"La mia bestia nera? L'avvocato del cellulare. Vi spiego la semeiotica del collega imbecille"

Alberto Pezzini

"Il più grande avvocato? Chi sa rubare ai colleghi giovani il mestiere che aveva imparato dai vecchi".

"Noi avvocati come i pescatori, aspettiamo ore su ore, ma un biglietto tipo macellaio potrebbero metterlo. Ecco la fenomenologia di un tempo mai perso"

Domiciliatari ed assenso, Pezzini: "Ecco la plastica immagine di un sistema perverso"

"L'incontro richiesto da Salvini a Mattarella? Una cazzata, come quella di Morrone". Alberto Pezzini: "Ma basta con le toghe schierate"

Alberto Pezzini

"L'hai passato? Ma andassero a fanculo". Alberto Pezzini: "Roba da '800, fate un esame ai Commissari"

Alberto Pezzini

"Signori della Corte, assolvete Salvini". La mia arringa a sua difesa e quel libro di Saviano

Nostra compagna la solitudine ma più che abbracci dateci clienti che ci paghino

Dirigenti di Cassa, imparate da Vanoni. Pezzini a Luciano: dica lui ai figli "niente vacanze, devo pagare"

Quel triste tintinnio di manette, sinfonia di epifenomeni mediatici. Piercamillo Davigo, l´ultima esternazione